Categorie
Guide vegan Risposte vegan

Veganuary: che cos’è e come partecipare

Veganuary è la sfida che si svolge ad inizio anno e che promuove ed educa sul veganismo, incoraggiando le persone a seguire uno stile di vita vegano per il mese di gennaio.

Il Veganuary è un movimento che incoraggia le persone a diventare vegane per il mese di gennaio. È iniziato nel 2014 nel Regno Unito e da allora è cresciuto fino a diventare un fenomeno globale, con centinaia di migliaia di persone che partecipano ogni anno.

Il concetto è semplice: diventare vegani per il mese di gennaio e scoprire tutti i benefici di uno stile di vita a base vegetale.

Il Veganuary è un ottimo modo per iniziare bene l’anno; offre alle persone l’opportunità di sfidare le proprie abitudini alimentari e di esplorare uno stile di vita più sostenibile.

Partecipando al Veganuary, puoi unirti a una comunità globale di vegani e imparare di più sul veganismo. Potrai scoprire tutte le deliziose pietanze vegane che esistono e imparare di più sui benefici per la salute, l’etica e l’ambiente del diventare vegani.

Quindi, perché non provare il Veganuary e vedere di cosa si tratta?

Veganuary che cosa è

La visione di Veganuary è semplice: volere un mondo vegano!

Un mondo senza allevamenti e macelli. Un mondo in cui la produzione alimentare non decima le foreste, non inquina i fiumi e gli oceani, non esaspera il cambiamento climatico e non fa estinguere le popolazioni di animali selvatici.

La missione è quella di ispirare e sostenere le persone a “provare vegan”, guidare il cambiamento aziendale, e creare un movimento globale di massa a sostegno di scelte alimentari compassionevoli con l’obiettivo di porre fine all’allevamento degli animali, proteggere il pianeta, e migliorare la salute umana.

Con l’aiuto dell’organizzazione Veganuary, puoi imparare cosa serve per passare a uno stile di vita vegano. L’organizzazione ti fornirà un’ampia gamma di risorse e supporto per assicurarti le migliori possibilità di successo.

Imparerai a conoscere i vantaggi etici, ambientali e salutistici del veganismo e a capire come effettuare la transizione. Sia che tu voglia passare al veganismo in modo permanente o che voglia semplicemente provarlo per un mese, Veganuary è l’occasione perfetta per fare il primo passo e fare la differenza.

Veganuary che cosa non è:

  • La dieta vegana per rimettersi in forma dopo le feste
  • Un mese da vegani per salvare l’ambiente
  • Ricette di piatti a base vegetale per cambiare menu
  • Una sfida per insegnare a mangiare e porre l’attenzione sulla derivazione degli alimenti
  • Un gennaio senza carne e basta
  • Una dieta sostenibile ed etica
  • Il nuovo mood per la tutela del pianeta

Veganuary cosa dovrebbe insegnare

  • Il veganismo non è una dieta
  • Essere vegani non è una prova
  • Il veganismo è una filosofia che propone di escludere (per quanto sia possibile) tutte le forme di sfruttamento e di crudeltà verso gli animali
  • Una persona vegana è colei che decide di evitare di usare e consumare prodotti di origine animale (cibo, vestiario, cosmesi)
  • Chi mangia vegetale non è vegan, mangia vegetale
  • Gli animali sono esseri senzienti e non meritano la morte o la sofferenza causata dall’uomo
  • Una scelta vegan è la migliore soluzione per la sopravvivenza del nostro pianeta

Veganuary dovrebbe insegnare che diventare vegani è l’unica soluzione possibile per salvare gli animali.

Veganuary come funziona

Prima di tutto i partecipanti si iscrivono online, tramite modulo di iscrizione alla newsletter. Poi riceveranno ogni giorno un’email di supporto con informazioni nutrizionali e notizie del mondo vegan.

Ad ogni modo, in Italia, Veganuary è organizzato dall’associazione Essere Animali. Quindi se vuoi partecipare puoi iscriverti a questo link.

Le email di Essere Animali oltre a suggerire delle ricette per escludere gli ingredienti di origine animale dalla propria dieta, raccolgono una serie di informazioni sullo sfruttamento animale, presentando anche alcuni rifugi italiani che hanno come obiettivo quello di accogliere animali salvati dagli allevamenti intensivi.

Elenco brevemente il contenuto delle 31 email del progetto:

  1. Presentazione del percorso da seguire per un mese, con il link al sito ioscelgoveg.it (si tratta di un portale che racchiude svariate ricette vegane). Poi un calendario da scaricare per annotare i progressi.
  2. Molti cibi che mangiamo sono già vegani (la pasta, sughi e condimenti ecc.). 5 menu settimanali da seguire e presentazione del primo rifugio per animali: Miletta.
  3. Come leggere le etichette. Come individuare gli ingredienti di origine animale nei prodotti che acquistiamo.
  4. Sezione spuntino. Consigli su cosa gustare quando si ha continuamente fame.
  5. Come sostituire il latte e derivati: panna, besciamella, yogurt. Motivi per dire NO al latte: animali, ambiente e salute. Presentazione secondo rifugio N.A.L.A.
  6. Le basi nutrizionali: proteine, vitamine, omega 3 e 6, calcio, ferro e dove si trovano. Presentazione del progetto il piattoVeg. Un video da guardare sulla correlazione tra dieta e malattia: Forks Over Knives
  7. Cibo vegano fuori casa. Consigli su cosa mangiare dalla colazione, al pranzo e alla cena. Presentazione del terzo rifugio: Fattoria Capre e Cavoli
  8. Dove si trova il calcio. Latte vegetale, tofu, verdure a foglia verde e noci del Brasile. Chi aiuti se non bevi più il latte. Link al video sui maltrattamenti delle mucche
  9. Essere vegani non significa essere perfetti. Che cosa significa essere vegani e come accettare il fatto che si possa fare un percorso graduale. Presentazione del quarto rifugio: Ippoasi
  10. Dove prendi le proteine. Legumi, cereali, frutti a guscio e verdura verde sono ricchi di proteine. Trafiletto sulla vitamina B12 a cosa serve e come assumerla.
  11. Cenare fuori con stile. Come organizzarsi nei ristoranti e con le prenotazioni. Presentazione del quinto rifugio di animali: Porcikomodi
  12. Dieta vegana e salute. L’alimentazione vegana permette di abbassare il colesterolo, ridurre la pressione sanguigna, ridurre le probabilità di sviluppare il diabete di tipo 2 e prevenire l’obesità. Presentazione del sesto rifugio di animali: Hope
  13. Come sostituire le uova sia nelle ricette dolci sia nei salati. 5 consigli di Wani Vegan Bakery pasticceria vegana a Roma. Sezione con “Perché dovresti dire no alle uova” con link al video sullo sfruttamento delle galline. Presentazione del settimo rifugio di animali: Fattoria La Capra Campa
  14. Pasti semplici e veloci: legumi in scatola, piadine precotte, zuppe pronte, pizze vegan, sostituti della carne, pasta. Presentazione cortometraggio “Se tu non hai il coraggio di uccidere un animale, perché pagare qualcuno per farlo al tuo posto?
  15. Dove trovare il ferro di cui hai bisogno: legumi, soia e derivati. Omega 3 e 6: semi di lino, semi di chia, semi di canapa, noci. Presentazione dell’ottavo rifugio di animali: Le Chichine
  16. Come sostituire la carne: tofu, seitan, tempeh e jackfruit in scatola. Altre alternative sono il Muscolo di grano, il quorn, i burger vegani, cotolette e polpette distribuiti nei supermercati. Documentario da vedere: Earthlings
  17. Qual è il vero costo del formaggio. Spiegazione dettagliata sulla sofferenza delle mucche negli allevamenti intensivi. Video suggerito: Dairy is Scary. Informazioni su come sostituire il formaggio.
  18. Cioccolato nessun problema basta leggere l’etichetta. Presentazione nono rifugio di animali: Santuario Palle di Lana
  19. Le uova di un allevamento all’aperto o a terra. Video dell’indagine sugli allevamenti considerati biologici e di allevamento a terra. Presentazione decimo rifugio: Oasi Be Happy
  20. Ma cosa dico ai miei amici. Consigli su come relazionarsi e le obiezioni più comuni. Video consigliato da vedere: Questo discorso sarà la tua sveglia
  21. Quante docce per un hamburger? Spiegazione di quanta acqua richiede la produzione di un hamburger. Video da vedere: Food, Inc. Uno sconvolgente documentario su quello che ci tiene nascosto l’industria alimentare.
  22. Hai avuto un cedimento? Nessun problema. Consigli e dritte su come proseguire questo percorso. Video di Giuveg “Essere vegan e sentirsi soli“. Presentazione undicesimo rifugio: Santuario Capra Libera Tutti
  23. Insieme, possiamo cambiare il mondo! Alcuni attivisti da seguire (non condivido alcuni dei profili suggeriti). Presentazione dodicesimo rifugio: Rifugio Jill Phipps
  24. Sano come un pesce? Anche i pesci sentono il dolore. Spiegazione su come sono realizzati gli allevamenti di pesci. Documentario da guardare: Seaspiracy
  25. Altre ricette deliziose e consigli su alcuni siti di ricette vegane da seguire. Presentazione tredicesimo rifugio: Ohana Animal Rescue Family
  26. La “carne felice” è solo una favola. Informazioni su come si produce la carne, dai polli ai maiali, le sofferenze che devono subire nei macelli. Documentario da guardare: Dominion
  27. Veg Power. Alcuni nomi di sportivi vegani famosi. Documentario da vedere: The Game Changers
  28. L’impatto sul nostro pianeta. Le conseguenze del consumo di carne sull’impatto ambientale. Emissioni di gas serra, spreco di acqua. Documentario suggerito: Cowspiracy
  29. Lo sapevi che i maiali sono più intelligenti dei cani? Informazioni sul maltrattamento dei maiali.
  30. Sei pronto a passare al livello successivo? Un paragrafo dedicato all’abbigliamento. Perché non usare la pelle, la lana, la piuma d’oca e le pellicce. Prodotti da bagno e cosmetici vegan e cruelty free. Documentario da vedere: The End of Meat e Blackfish e un invito a diventare attivista.
  31. Ce l’hai fatta! Festeggiamo insieme! Un invito a non fermarsi e a seguire ancora questo percorso verso la scelta vegan. Insieme, possiamo cambiare il mondo.

Veganuary perché partecipare

Ognuno ha le proprie ragioni, ma ci sono tre motivi principali:

Veganuary per gli animali

Gli animali

Per molti, diventare vegani significa porre fine alla sofferenza degli animali. La vita per la maggior parte degli animali negli allevamenti intensivi è un’esistenza miserabile.

La maggior parte dei polli, tacchini, anatre e oche sono allevati in enormi capannoni in stile magazzino con decine di migliaia di altri uccelli. Non vedranno mai il sole, non respireranno aria fresca o toccheranno con le loro zampe la terra.

Anche i maiali sono allevati in modo intensivo, il che può significare essere rinchiusi in piccole gabbie per settimane. Le mucche e le pecore delle aziende lattiero-casearie vengono inseminate artificialmente per mantenere il latte in circolo.

Tutte le madri degli allevamenti intensivi vengono private dei loro piccoli e tutti gli animali – compresi quelli allevati all’aperto o in sistemi biologici – finiscono in un macello.

Veganuary per l'ambiente

L’ambiente

La ricerca dimostra sempre più il legame tra ciò che mangiamo e i danni al nostro pianeta. L’allevamento di animali è uno dei principali produttori di gas che cambiano il clima.

Ci fornisce solo il 18 per cento delle nostre calorie, eppure è responsabile del 60% delle emissioni di gas serra dell’agricoltura.

La ricerca dell’Università di Oxford mostra che gli alimenti vegetali – comprese le noci e la soia – hanno un impatto molto meno dannoso rispetto agli alimenti di origine animale.

Poiché richiede molto più terreno di quanto sia necessario per coltivare le piante, l’agricoltura destinata agli animali è anche un fattore chiave della deforestazione.

Enormi appezzamenti di alberi sono sgomberati per far posto agli animali per pascolare o per coltivare il cibo per nutrirli. Gli animali che una volta vivevano nella foresta devono fuggire o morire.

L’allevamento intensivo è anche responsabile di gran parte dell’inquinamento dell’aria, del suolo e dell’acqua, tra cui la causa o l’aggravamento delle zone morte oceaniche. Queste sono aree dove c’è così poco ossigeno dove non si può sopravvivere.

Veganuary per la salute

La salute

Molte persone provano Veganuary per un mese perché vogliono vedere se migliorerà la loro salute. Decenni di ricerca collegano la comune dieta a tutta una serie di cattive condizioni di salute, e suggerisce che i vegani soffrono meno di malattie cardiache, diabete di tipo 2 e alcuni tumori.

Ogni persona che riduce o smette di consumare prodotti di origine animale sta avendo un impatto positivo non solo sulla propria salute ma su tutta la società.

Veganuary che cosa mangiare

Seguendo il percorso di Essere Animali, riceverai ogni giorno tantissime ricette da realizzare. Detto questo ti lascio di seguito alcuni link delle sezioni del mio blog dove puoi trovare consigli e suggerimenti. Scrivimi in privato o lasciami un commento se hai bisogno di un supporto.

Che cosa mangiano i vegani

Tutte le ricette vegane (antipasti e contorni, ricette per il pranzo, ricette per la cena, ricette di dolci vegani, con i legumi, con il tofu, eccetera…)

Come sostituire i latticini nell’alimentazione vegana

Come sostituire la carne nell’alimentazione vegana

Come sostituire le uova nell’alimentazione vegana

Come sostituire il miele nell’alimentazione vegana

Video per diventare vegani


E tu hai partecipato al Veganuary? Raccontami la tua esperienza!


Scopri gli altri articoli della categoria Guide Vegan

Di Angelica Parisi

Angelica Parisi blogger e content creator.
Da piccola realizzavo checklist lunghissime da flaggare. Caratteristica che ancora oggi mi permette di essere precisa nel portare a termine le varie attività lavorative.
Fondatrice di Seevegan.it, blog di ricette e divulgazione del mondo vegano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *