Attivismo antispecista

Perché i vegani non mangiano il miele

Perché i vegani non mangiano il miele
Questa foto è stata scattata usando del miele rimasto in un barattolo nella dispensa di mia madre che ancora non è totalmente vegana.

Perché i vegani non mangiano il miele: ti spiego il perchè.

“Posso capire la carne, il pesce ma il miele”?
Il miele semplicemente non è mio.

Le api non ci appartengono

Partiamo dal principio: l’apicoltura è l’allevamento delle api, allo scopo di ottenere la produzione di miele, di cera, di gelatina reale, di polline e di propoli.

Così come qualsiasi allevamento intensivo, l’apicoltore si prende il diritto di dare alle api una casa già costruita lasciando che quest’ultime producano il miele. Successivamente l’apicoltore preleva il miele e lo utilizza per le sue necessità.

Analizziamo insieme questo aspetto.

L’apicoltore per allevare le api deve comprarle oppure catturarle allo stato brado e spostarle nella casa da lui costruita. Già questo concetto ci fa riflettere che non è un processo per nulla naturale. Nessun animale è in vendita.

Ora prova ad immaginarti nel tuo orto. Lo coltivi ogni giorno ed è il tuo sostentamento. Un giorno arriva un agricoltore più forte e potente che non solo decide di farti coltivare nel terreno da lui scelto, ma pretende di avere anche il tuo raccolto. Ti sembra corretto?

Sofferenza per le api

Le api sono creature con un sistema nervoso così sviluppato da essere in grado di provare sofferenza, alla pari degli altri animali. Per manipolare le api, ovvero per poter rubare a loro il miele, l’apicoltore deve usare l’affumicatore. Questo consiste nello stordire le api, che avendo solitamente paura del fuoco, tendono a riempirsi di scorte alimentari fino al punto di essere satolle e quindi più tranquille. Possiamo paragonare questa procedura al caso in cui un ladro che entra in casa tua, per rubare i tuoi averi, e ti stordisce con del fumo allucinogeno senza ucciderti. Corretto vero?

Morte e sostituzione della regina

L’ape regina è più grande delle altre api, e deposita nelle celle fino a 2000 uova al giorno. Nel corso degli anni diviene meno produttiva, quindi l’apicoltore solitamente uccide la regina sostituendola con una nuova. C’è anche il rischio frequente che le api non accettino la nuova regina, e in tal caso si resta con un alveare senza regina, distruggendo in questo modo l’essenza della colonia delle api.

La nutrizione con lo zucchero

Quando l’apicoltore preleva il miele dell’alveare, dovrebbe lasciarne abbastanza affinché le api abbiano il sostentamento per l’inverno. Tuttavia può capitare che nell’arnia rimanga poco miele quindi le api vengono alimentate con lo sciroppo di zucchero, simile ma non esattamente con lo stesso apporto nutrizionale. Per questo motivo, allo zucchero vengono spesso aggiunti diversi antibiotici.

Gli apicoltori sono consapevoli del fatto che il miele sia un cibo superiore e che aiuta ad eliminare e prevenire le malattie intestinali delle api, ma dovendo utilizzare il miele per la vendita alimentano questi poveri animali con lo sciroppo di zucchero.

Non ti sembra scorretto il comportamento dell’uomo, nel voler rubare il cibo prodotto dalle api e sostituirlo con uno scadente che può creare loro dei problemi fisici? Perché dobbiamo fare tutto questo, perché dobbiamo contribuire a questa avidità?

Miele biologico: perché i vegani non lo consumano

Di recente, sul web, ho letto tantissimi articoli riguardo la produzione di miele biologico “secondo natura“. Se mi permetti il termine: è una vera e propria cazzata. Mi spiego.

Gli apicoltori sostengono che nella produzione del miele biologico non ci sia alcun sfruttamento delle api, non vengono utilizzati farmaci quali antibiotici, ma rimedi naturali e omeopatici, in più viene sottratto solo il miele “in eccesso”.

Ora ti pongo una domanda: ti sembra “secondo natura” sottrarre il cibo ad un essere vivente che ha lavorato per mesi alla realizzazione del suo nutrimento? L’intromissione dell’uomo in questo processo è semplicemente invadenza e arroganza. Non esiste alcun miele biologico per i vegani. Ma solo tanto sfruttamento animale!

Perché l’uomo si arroga il diritto di prendere ciò che non è suo? Le api possono anche non piacerti, ma l’uomo non alcun diritto di rubare il loro cibo e schiavizzarle.

I vegani non mangiano il miele perché…

Ultimo ma non di meno, i vegani non mangiano il miele perché non ne hanno bisogno per vivere. Si può sostituire tranquillamente con altri prodotti, quali sciroppo di riso o lo sciroppo d’acero, di origine 100% vegetale.


Leggi anche gli articoli:
Perché i vegani non mangiano le uova
Perché i vegani non bevono il latte?


Scopri gli altri articoli della categoria Attivismo Antispecista

Se sei curioso seguimi anche su instagram! Nelle storie tante novità!

Leggi anche...

Nessun commento

Se ti va, lascia un commento