Attivismo antispecista

L’uomo non nasce carnivoro

L'uomo non nasce carnivoro

Se sei giunto fino a qui ci sarà un motivo. Forse mi conosci, ci sei arrivato per caso, o ti stai chiedendo seriamente se l’uomo nasce carnivoro o vegetariano.

Ho deciso di scrivere questo articolo, perché una delle principali scusanti che le persone presentano, di fronte ad una concreta scelta vegana, è quella appunto, che l’uomo nasce carnivoro. “Fin dalla preistoria abbiamo cacciato”. “I nostri antenati erano carnivori”. “Stai buttando via secoli di storia, l’evoluzione dell’uomo”.

Bada bene a quello che ora sto per dirti. Non ho alcuna intenzione di rinnegare il mio passato, di trovare altra spiegazione sull’evoluzione dell’essere vivente. Ma vorrei che tu riflettessi sul fatto che “fortunatamente” o anche no, non siamo più nella preistoria ed oggi possiamo decidere di persona di cosa nutrirci.

Cercherò ora di darti qualche indicazione sul perché l’uomo non nasce carnivoro. Mi piacerebbe che tu ci riflettessi, invece di continuare ad attaccare chi come me, si è posto semplicemente delle domande, alle quali ha dato una spiegazione reale, non frutto di un’educazione tramandata negli anni.

Crudeltà ereditata

Innanzitutto vorrei dirti che quella di cibarsi di esseri viventi è una cultura ereditata. Senza dare alcuna colpa ai tuoi genitori, in buona fede, ti hanno costretto a mangiare carne, latticini, uova, fin dalla nascita.

Quando sei piccolo, appena nato, non sai cosa significa vitello, tacchino, uova, pesce eccetera. Non ti viene comunicato il modo in cui vengono trattati e uccisi gli animali. In questo modo crescerai disconnesso dalla realtà, dalla sofferenza imposta agli animali e tutto risulterà “normale”, fino a farti credere che siamo onnivori per natura, o addirittura carnivori, e quindi predatori. Ogni giorno, le pubblicità delle grandi multinazionali ti spingono ad essere onnivoro e a “mangiare di tutto”. Inconsciamente vieni condizionato nel credere di avere davvero bisogno della carne per vivere senza porti alcuna domanda.

Quindi perché l’uomo non è carnivoro?

Riflessione sul gusto

Se fossi davvero carnivoro, dovresti mangiare la carne così com’è al naturale. Invece la carne viene sempre cotta per renderla “più gustosa”. Se fossi veramente carnivoro, dovresti consumarla cruda, e mangiare anche il sangue, la pelle, gli organi degli animali.

Invece solitamente, per gustare un hamburger di carne macinata, lo condisci con l’insalata, il pomodoro, la maionese, il ketchup e il tabasco. Quello che ti piace è davvero il gusto della carne?

La fisionomia umana

I denti

Se provi a guardarti allo specchio ed analizzare il tuo corpo, ti renderai conto di quanto il tuo fisico sia diverso rispetto a quello degli animali carnivori.

La tua bocca è piccola, così come i denti. Non sei dotato di canini aguzzi per lacerare la carne. I tuoi denti sono fragili, rispetto a quelli di molti altri animali carnivori, che possono frantumare le ossa per arrivare al midollo.

Come i frugivori e gli erbivori, hai incisivi nella parte interiore, e molari lungo i lati della bocca, per mordere e masticare cibi vegetali. Prova ad immaginare di uccidere e mangiare un animale senza utilizzare alcuno strumento, ma solo con la tua bocca e le tue mani. Ci riusciresti?

La mandibola

Cosa mi dici della mandibola? La tua è strutturata in modo da muoverla lentamente, come i mammiferi erbivori, per triturare piante. I mammiferi carnivori e onnivori, sono dotati di una mandibola rigida, che può solo aprirsi e chiudersi verticalmente, e non in orizzontale.

Inoltre la funziona dell’enzima predominante nella tua saliva, la a-amilasi, è scindere i carboidrati complessi dei cibi vegetali, trasformandoli in glucosio per la produzione di energia. Questi carboidrati sono il carburante che il tuo corpo ha bisogno di usare per stare bene, la carne animale non ne contiene affatto.

L’intestino

E ancora, parliamo del tuo intestino. A differenza dei carnivori, non sei dotato di succhi gastrici in grado di scomporre velocemente la carne, o di un intestino breve, con pareti lisce per eliminare velocemente la carne in decomposizione.

Come ben saprai il tuo intestino è molto lungo e contorto, proprio come gli erbivori e i frugivori, per poter estrarre i nutrimenti da cibi vegetali mentre vengono ingeriti. Il tuo apparato digerente ha bisogno di fibre per mantenere le pareti intestinali pulite e funzionanti. I cibi animali, non solo ne sono privi ma, quando si decompongono, causano stitichezza, emorroidi, colite, diverticolite, cancro al colon, e altri disturbi.

Sistema circolatorio

Il tuo sistema circolatorio non tollera i grassi saturi e il colesterolo. Se un gatto mangia grandi quantità di grasso e di colesterolo sotto forma di carne o di uova, non li accumula e non gli ostruiscono le arterie, a differenza di quello che succede ad un coniglio, a un gorilla, a un essere umano frugivoro. È risaputo che le arterie si ostruiscono generando arteriosclerosi, pressione alta, malattie cardiache. Quindi di conseguenza, per curare queste malanni, aumenta il consumo di farmaci e gli interventi chirurgici.

Quindi sei carnivoro oppure sei stato convinto di ciò?

Per il sistema medico-farmaceutico, avere un flusso continuo di persone malate è solo garantirgli un lavoro. Di certo non voglio dirti che il singolo medico non sia motivato nel curare una persona malata, ma il sistema sanitario si limita a fare il minimo indispensabile per il proprio tornaconto personale. Coloro che si trovano al vertice della piramide del sistema sanitario, i quali definiscono anche strategie politiche e linee guida dei media e dell’istruzione, incoraggiano una dieta onnivora, riducendo l’impegno sulla prevenzione.

Non sei carnivoro quindi come ti definisci?

Non è semplice stabilirlo. Di sicuro non sei erbivoro, in quanto mucche, cavalli, pecore, mangiucchiano di continuo perché sono dotati di diversi sistemi digerenti. La classifica più adatta è quella di “erbivori frugivori”, fatti per mangiare frutta, semi, verdura, noci, radici e foglie. Le tue scelte quotidiane sono il frutto di ciò che ti hanno insegnato, tutto qua.

Il punto è che puoi scegliere di non nutrirti più di animali. Quest’ultimi soffrono e non nascono per essere maltrattati e uccisi dall’uomo. In più mangiare animali ha anche un effetto negativo sul tuo stato di salute, quindi perché continuare?

Non sei nato per uccidere e cacciare, sei nato per diffondere pace e amore.


Bibliografia
Will Tuttle, Cibo per la pace, Sonda, pp. 76, capitolo “L’intelligenza della fisiologia umana”.


Scopri gli altri articoli della categoria Attivismo Antispecista

Se sei curioso seguimi anche su instagram! Nelle storie tante novità!

Leggi anche...

Nessun commento

Se ti va, lascia un commento