Categorie
Consigli di vita

Semplicità volontaria cos’è?

La semplicità volontaria o Downshifting (in inglese) è la scelta consapevole di voler semplificare lo stile di vita. Come ripeto spesso: il tornare alle origini. Ridurre le spese e distaccarsi dai beni materiali. 

Uno stile di vita praticato da Mahatma Gandhi, diventato un vero e proprio movimento. Rinunciare al denaro in cambio di tempo libero.

Chi non vorrebbe stare all’aria aperta e vivere tra la natura piuttosto che lavorare 8 ore di fronte al computer? Diventiamo schiavi dei nostri desideri: la macchina nuova, la borsa firmata, l’ultimo modello di iphone. Senza renderci conto che la vera felicità non la si trova negli oggetti ma nelle relazioni.

Dopo la lunga giornata di lavoro, per sentirci bene, abbiamo bisogno di uscire, di svagarci, di bere, di fumare. Non riuscire a stare bene con noi stessi, questo fa riflettere sul fatto che siamo schiavi e vittime del sistema. Pensiamo di riuscirlo a controllarlo e invece è lui che manipola noi.

Non abbiamo tempo per stare con la nostra famiglia. Decidiamo di procreare e di lasciare i nostri figli intere giornate ai nidi perché noi dobbiamo lavorare. E questa la chiamate vita?

Perché non siamo felici?

Pretendiamo sempre di più. Perché non abbiamo capito in cosa consiste la vera felicità.

Il percorso che personalmente sto intraprendendo è ancora in divenire. Sto procedendo a gradi, ma ho chiaro il mio obiettivo. Ridurre le spese, ridurre gli oggetti, lavorare poco e vivere bene. Non è un utopia. Il cambiamento è reale. Siamo artefici della nostra felicità.

Siamo costantemente bombardati da messaggi pubblicitari che ci invitano ad acquistare. Attività di marketing che ci perseguitano tramite email, social. Supermercati sempre più zeppi di prodotti inutili, che danneggiano la nostra salute. Il sistema ci ha in pugno. Ma noi possiamo dissociarci da tutto ciò. Dobbiamo farlo per noi stessi, per gli animali e per l’ambiente.

Semplicità volontaria come consumare di meno e vivere meglio in armonia con l’ambiente

Consigli:

  • Si può iniziare riducendo i consumi. Prima di acquistare qualcosa mi chiedo sempre: “ma è davvero necessario per la mia sopravvivenza”?
  • Acquistare frutta e verdura dai contadini locali. Cercare di evitare i supermercati il più possibile.
  • Auto produrre partendo dalle materie prime. In cucina: il pane, la pasta, le bevande vegetali. Per l’igiene: realizzando il dentifricio, il bagnoschiuma, i prodotti per pulire casa.
  • Per quel che si riesce, realizzare un piccolo orto sul terrazzo.
  • Acquistare indumenti usati nei vari mercatini.
  • Scambiare i prodotti realizzati con altre persone che seguono la stessa filosofia.

Di certo attuare le pratiche della semplicità volontaria non è scontato. Ma nessuno può vietarci di provare!

Ho scoperto il canale youtube e il sito di Francesco che ha attuato questo stile di vita. Date un’occhiata se siete curiosi!

Anche il canale youtube di Richard Romagnoli è molto interessante. Piccole pillole di vita.


Scopri gli altri articoli della categoria Consigli di vita

Se sei curioso seguimi anche su instagram! Nelle storie tante novità!

Di Angelica Parisi

Angelica Parisi blogger e content creator.
Da piccola realizzavo checklist lunghissime da flaggare. Caratteristica che ancora oggi mi permette di essere precisa nel portare a termine le varie attività lavorative.
Fondatrice di Seevegan.it, blog di ricette e divulgazione del mondo vegano.