Cosmesi vegan

Sapone solido naturale fatto a casa

Come preparare il sapone solido naturale a casa
Guarda il video su Youtube e iscriviti al canale!

Sapone solido naturale fatto a casa: vegan e cruelty free

Finalmente sono riuscita a realizzare il video e a scrivere l’articolo del sapone solido fatto in casa. È un argomento che incuriosisce molto quindi ho deciso di guidarti passo dopo passo nel processo di saponificazione. Ma bada bene, potrai anche tu essere contagiato dalla saponite, ovvero iniziare e non smettere più.

Infatti realizzare il sapone solido naturale a casa, non è soltanto una soddisfazione, ma risparmierai sia a livello economico, perché una saponette dura un bel po’, sia farai del bene al pianeta riducendo il consumo di plastica.

Quindi prima di passare alla ricetta, annoto di seguito alcune precauzioni da seguire per la sicurezza.

Soda caustica: il nemico?

La soda è una sostanza corrosiva e irritante che a contatto con l’acqua sprigiona dei fumi tossici. Ciò non significa che devi avere timore di usarla ma utilizzare le giuste protezioni.

Protezioni per realizzare il sapone

La prima protezione fondamentale nella realizzazione del sapone solido naturale sono gli occhialetti. Questi ti proteggeranno dagli schizzi di soda, quindi indossali sempre.

Altro elemento fondamentale sono i guanti, anche in questo caso infatti, la soda può schizzare entrando in contatto con la nostra pelle, creando delle reazioni cutanee. Ti consiglio quindi di utilizzare i guanti rigidi da cucina.

Ultima ma non meno importante è la mascherina, di quest’ultima ne avrai sentito parlare spesso in questo periodo. È fondamentale soprattutto nella prima fase di lavorazione del sapone, quando si prepara la soda caustica.

Utensili da utilizzare
Brocca in Pyrex
Pentola in acciaio inox
Cucchiai in acciaio inox resistenti al calore
Spatole in silicone
Bilancia da cucina
Frullatore a immersione
Termometro da cucina
Stampo per sapone
Pellicola trasparente

Ci sono diversi metodi per realizzare il sapone, oggi vedremo insieme come realizzare il sapone con il metodo a freddo.

Realizzato il 20 maggio 2020 – pronto da utilizzare il 20 luglio 2020

Ingredienti
350 gr di olio extravergine d’oliva
150 gr di olio di cocco
67 g di idrossido di sodio
160 gr di acqua demineralizzata

Al nastro
5 ml di olio essenziale di lavanda (1 cucchiaino)
5 ml di vaniglia (1 cucchiaino)
½ cucchiaino di rosso ossido minerale

Pesa e scalda gli oli

  • Pesa gli oli da utilizzare nella ricetta. Nel caso dell’olio di cocco, di solito cambia il suo stato a seconda del periodo di utilizzo. Quindi è necessario avere l’olio allo stato liquido.
  • In una pentola versa l’olio di cocco e fallo sciogliere, quindi aggiungi l’olio di oliva e scalda insieme fino a raggiungere la temperatura di 45°C. Quando avrà raggiunto la temperatura spegni il fornello.

Prepara la soluzione caustica

  • Dopo aver indossato tutte le precauzioni (guanti, mascherina e occhialetti), pesa la soda caustica e copri con la pellicola momentaneamente. Pesa l’acqua demineralizzate e versa nella brocca di Pyrex o in un contenitore di vetro.
  • A questo punto versa molto lentamente la soda nell’acqua. Mi raccomando cerca di mantenere il volto un po’ indietro e cerca di non respirare i vapori sprigionati dalla reazione chimica.
  • Quando la soda si sarà sciolta la temperatura risulterà molto alta. Attendi che si raffreddi fino ai 45°C così come gli oli.

Miscela la soluzione caustica con gli oli

  • Prima di versare la soluzione caustica negli oli, verifica la temperatura di quest’ultimi, se dovesse risultare più bassa dei 45°C riscalda di nuovo per qualche secondo.

Frulla e fase di nastro

  • Ora con il frullatore ad immersione inizia a frullare. Devi riuscire ad ottenere un composto denso, come la crema pasticcera. Ricorda che devi alternare momenti nei quali frulli e momenti di pausa, durante i quali puoi continuare a mescolare il sapone sempre utilizzando il frullatore ad immersione.

Aggiungi gli oli essenziali e i coloranti

  • Una volta raggiunta la fase di nastro, puoi ora profumare e colorare il sapone. Aggiungi quindi gli oli essenziali a piacere (in questo caso lavanda e vaniglia) e poi il colore da te scelto.

Versa il sapone nello stampo

  • Ora puoi versare il sapone nello stampo e decorare a tuo piacimento. Copri con la pellicola e lascia riposare dalle 24 alle 48 ore. Solitamente è bene coprire lo stampo con una coperta per evitare che il sapone si raffreddi in fretta.

Sforma il sapone

  • Trascorso il tempo di riposo, è arrivato il momento di sformare il sapone. Conserva quindi i pezzi su dei vassoi ricoperti con carta assorbente. Il processo di saponificazione durerà ancora per altri 15-20 giorni e il sarà possibile utilizzare il sapone dopo le 6-8 settimane.

Come pulire l’area di lavoro dopo aver realizzato il sapone

  • È fondamentale lavare al più presto gli utensili utilizzati. Non puoi utilizzare la lavastoviglie perché i residui di sapone sono ancora caustici. Ti consiglio quindi di utilizzare sempre i guanti per non irritare la pelle.
  • Puoi usare acqua calda e detersivo per stoviglie. Per gli utensili che sono stati a contatto con il sapone, quali la pentola e il frullatore ad immersione, puoi eliminare il sapone con dei tovagliolini di carta e poi cospargerli con il bicarbonato. A questo punto puoi procedere con l’acqua calda e il detersivo.

Se questo articolo ti è piaciuto scrivimi nei commenti!


Scopri gli altri articoli della sezione cosmesi vegan:
Marchi cosmetici vegan e cruelty-free
Profumo solido all’olio di jojoba e vaniglia fai da te
Detergente corpo di base vegan


Guarda il video di come realizzare il sapone solido naturale su Youtube

Scopri tutti gli articoli della sezione Cosmesi vegan

Se sei curioso seguimi anche su instagram! Nelle storie tante novità!

Leggi anche...

Nessun commento

Se ti va, lascia un commento