Categorie
Cosmesi vegan

Influencer vegan beauty da seguire su Instagram

Intervista a Emanuela Flore vegan beauty influencer: come destreggiarsi nella lettura dell’INCI, tra cosmetici naturali, vegani e cruelty free

Chi sono gli influencer vegan beauty e perché te ne voglio parlare?

Negli ultimi anni, fortunatamente, è cresciuto l’interesse per i cosmetici naturali, vegani e cruelty free.

Le persone sono diventate più curiose e desiderosi di cosmetici naturali, privi di sostanze nocive per il nostro organismo e per l’ambiente.

Se vuoi approfondire l’argomento sui cosmetici vegani, sulla differenza tra cruelty free e vegan, ho scritto un articolo: Cosmetici vegani una guida semplice e completa.

Beauty influencer perchè seguirli

Tale consapevolezza, nel voler usare cosmetici privi di ingredienti animali, è nata grazie anche alla presenza degli influencer vegan beauty che quotidianamente condividono la loro esperienza sui social media.

Oggi, voglio parlarti di Emanuela Flore, su instagram conosciuta come Manu_Flo che da qualche anno dispensa sui social consigli sull’utilizzo di cosmetici naturali, cruelty free e vegani.

Seguo Emanuela da un po’ di anni e trovo il suo modo di comunicare, semplice, genuino ed efficace.

Quindi bando alle ciance e passiamo subito all’intervista!

Manu Flo influencer vegan beauty

Manu Flo influencer vegan beauty

Ciao Manu, benvenuta su seevegan.it. Ammiro la comunicazione che fai su instagram, perché diffondi in maniera semplice e simpatica l’etica vegana.

Quindi partiamo subito con la prima domanda: nella biografia di Instagram ti presenti come ricercatrice di cosmetici vegan e cruelty free e lettrice di INCI, come è nata questa passione?

Ciao Angelica, ti ringrazio per avermi ospitata nel tuo preziosissimo spazio! Ho sempre avuto una grande passione per la cosmetica, ma non solo come consumatrice. Mi ha sempre incuriosita tanto comprendere la filosofia dei brand, cosa li abbia ispirati nella realizzazione dei loro prodotti, le proprietà degli ingredienti e destreggiarmi, nel mio piccolo, con la lettura dell’INCI.

Sui social ho cercato di sfruttare questa passione e conoscenza data da anni di curiosità, per poter dare una mano a chi proprio non sa come muoversi nel campo della cosmetica vegana e cruelty free.


Seguo il tuo profilo su instagram da tempo e soprattutto nell’ultimo anno ho notato un aumento esponenziale della tua community. Cosa rende speciale i contenuti che proponi?

Sicuramente la costanza aiuta tanto ad avere una crescita sui social, ma rivolgersi a una nicchia di persone davvero interessate al tema della cosmesi etica è stata una carta vincente.

Ho pensato che io stessa, all’inizio del mio percorso da vegana, avrei voluto avere un supporto a livello cosmetico, e così ho pensato di aprire il mio profilo Instagram.

Ciò che rende speciali i miei contenuti penso che in realtà sia la loro semplicità, cioè dare delle alternative vegan e cruelty free di facile reperibilità ed economiche in modo che siano accessibili a tutti.


Oltre a consigliare cosmetici semplici, facilmente reperibili nei comuni supermercati, parli anche delle collaborazioni con aziende di cosmesi vegana.

Sei riuscita a trasformare questa passione in lavoro?

Al momento posso dirti che sicuramente è un secondo lavoro, ma non nego che vorrei tanto che un domani diventasse il mio unico lavoro. D’altronde chi non vorrebbe fare un lavoro che ama?
Ho tante idee in testa al di fuori delle collaborazioni con i brand e spero che un domani sarò in grado di realizzarle.


Sappiamo tutti che sui social, siamo in balia degli algoritmi che cambiano e l’andamento del mercato. Hai mai pensato di aprire un blog o di scrivere un libro come la beauty Influecer Sunny Subramanian?

Certo, sono cosciente che magari un domani i social non ci saranno più e dovrò reinventarmi su un’altra piattaforma o investire in altri progetti come la realizzazione di un libro, perché no!


Hai già dei progetti per il futuro per la tua community? Nuove collaborazioni, rubriche, come l’interessante e informativa “cosmetici da incubo”?

Ti ringrazio per aver menzionato cosmetici da incubo che so essere una rubrica interessante per tante persone e di cui, se posso dirlo, vado molto fiera.

Essere una content creator richiede tanta inventiva e creatività, quindi sto costantemente elaborando nuove idee che spero piaceranno alla mia community e che spero apprezzeranno anche esterni che capitano sul mio profilo.

Una nuova rubrica che ho introdotto da poco è quella sui mie prodotti vegani top 5 di un unico brand. Penso possa essere utile per conoscere meglio alcuni brand e indirizzare, chi vuole, nell’acquisto.


Siamo giunti alla fine di questa chiacchierata, ti chiedo se ti va di lasciarci un consiglio per i lettori di seevegan.it sul tema dei cosmetici vegani. Come districarsi tra i cosmetici vegani, cruelty free senza andare nel panico?

Per chi è alle prime armi penso che ricercare le certificazioni cruelty free dei coniglietti e quelle vegan sia un grande aiuto per iniziare a inserirsi nel mondo della cosmesi vegana.

Oltre le certificazioni ci sono anche tanti blog affidabili come il tuo, che danno informazioni sulla posizione dei brand riguardo la sperimentazione animale, e profili social che aiutano a capire come destreggiarsi senza panico.

Ormai anche al supermercato si trova di tutto! Detto ciò siate curiosi e non abbiate paura di chiedere maggiori informazioni direttamente alle aziende.


Segui Manu Flo per sapere tutto sui cosmetici vegan e cruelty free! Cosa stai aspettando?

Instagram: @manu__flo

Youtube: Manu Flò

Di Angelica Parisi

Angelica Parisi blogger e content creator.
Da piccola realizzavo checklist lunghissime da flaggare. Caratteristica che ancora oggi mi permette di essere precisa nel portare a termine le varie attività lavorative.
Fondatrice di Seevegan.it, blog di ricette e divulgazione del mondo vegano.

2 risposte su “Influencer vegan beauty da seguire su Instagram”

Camilla e un influencer appassionata di temi legati alla sostenibilita. Nelle Instagram Stories racconta i suoi #GreenTips: consigli per una casa eco-friendly, moda circolare, raccolta differenziata, come comportarsi per evitare sprechi e molto altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *