Anche i vegani mangiano/ Preparazioni di base

Tofu fatto in casa come autoprodurlo

Tofu fatto in casa come autoprodurlo

Realizzare il tofu fatto in casa è davvero semplicissimo da fare ed è soprattutto una buona fonte di proteine a base vegetale. Non solo è facile, ma è anche molto conveniente perché gli ingredienti sono semplici e non costosi.

In più ha una consistenza delicata ed è più saporito rispetto a quello che si acquista nei supermercati o nei negozi per alimenti biologici.

Il procedimento per realizzarlo è un po’ simile a quello che si segue per preparare il formaggio. Devi solo armarti di pazienza e tempo a disposizione.

Altra cosa, puoi realizzare il tofu partendo dalla bevanda di soia preparata in casa, oppure se vuoi velocizzare il processo utilizzi quella acquistata.

www.tofuture.com

Pressa per il tofu

Per realizzare il tofu in casa, ho utilizzato una pressa per tofu. Ma puoi realizzarlo anche con gli accessori che hai già disponibili in cucina.

Diciamo che la pressa ti aiuta ad avere un tofu dalla consistenza soda e compatta e permette di eliminare tutto il liquidò in eccesso in modo omogeneo.

Inoltre per realizzare il tofu hai bisogno di un coagulante. In questo caso ho usato il limone ma puoi usare anche il nigari detto anche cloruro di magnesio.

Come preparare il tofu in casa

Ingredienti
1 litro di bevanda vegetale di soia
80 ml di succo di limone non trattato

Accessori
Pannetto di cotone
Stampo per tofu o una ciotola quadrata
Un vassoio per raccogliere il liquido
Schiumarola

Step 1

  • Per iniziare metti a bollire il litro di latte di soia in un pentolino, mescolando di tanto in tanto per evitare che si formi la pellicola sopra.
  • Nel frattempo spremi i limoni per ottenere il succo da aggiungere al latte.

Step 2

  • Quando il latte bolle, spegni il fornello e versalo in una ciotola di vetro. Aggiungi quindi il succo del limone e lascia cagliare per circa 1 ora.

Step 3

  • Trascorsa l’ora di riposo, prendi lo stampo per il tofu e adagia sopra lo strofinaccio di cotone sopra al quale verserai il latte cagliato. Assicurarsi che lo stampo sia posizionato sopra a qualcosa che possa catturare l’acqua in eccesso dalla cagliata, mentre si preme.
  • Considerato che richiederà tempo filtrare tutto il liquido, puoi anche velocizzare questo passaggio chiudendo lo strofinaccio e strizzando un po’ con le mani, annodando il fazzoletto.
  • Quando hai terminato di versare tutto il latte cagliato nello stampo, a questo punto chiudi la pressa. Se non disponi di una pressa per tofu, ti consiglio di disporre il latte cagliato in una fuscella di formaggio. In seguito appoggia su un oggetto pesante, servirà per comprimere il tofu e dargli la forma compatta.

Step 4

  • Nel giro di mezz’ora il tuo tofu è pronto.
  • A dire la verità io l’ho lasciato tutta la notte in frigorifero per farlo scolare bene e ottenere un tofu più compatto. In effetti puoi decidere tu se preferisci un tofu vellutato o sodo.
  • Una volta pronto il tofu si conserva in frigo, chiuso in un contenitore ermetico per circa 3-4 giorni.

Informazioni utili

  • Ricorda, se non hai intenzione di mangiare il tofu lo stesso giorno in cui lo fai, allora è meglio conservarlo in un contenitore pieno di acqua fredda filtrata e cambiarlo ogni giorno, dato che il tofu si asciuga rapidamente.
  • Quando decidi di cucinarlo, allora scolalo dall’acqua, tamponalo con carta assorbente e utilizza come preferisci.

Scopri le ricette con il tofu:

Spiedini di tofu e pomodorini

Spaghetti con tofu croccante e zucca

Calzoncelli con erbette e tofu


Perché non scopri le altre vegan ricette?

Se sei curioso seguimi anche su instagram! Nelle storie tante novità!

Leggi anche...

Nessun commento

Se ti va, lascia un commento