Categorie
Sostenibilità

Sapone di Marsiglia: cos’è e quali sono i suoi utilizzi

Se non ne hai mai sentito parlare prima e ti stai chiedendo cosa sia in realtà il sapone di Marsiglia e quali siano i suoi usi, continua a leggere per scoprire tutto quello che c’è da sapere su questo prodotto dalle mille proprietà.

Dai suoi principali benefici e nomi alternativi, alle modalità d’uso e ai suoi diversi impieghi, questo articolo contiene tutte le informazioni di cui hai bisogno se vuoi iniziare a usare il sapone di Marsiglia!

Quando si parla di saponi per la casa, la maggior parte di noi pensa ai marchi più noti. Le saponette sono ancora una presenza comune in molte case.

Tuttavia, esiste un altro tipo di sapone meno conosciuto, ma utilizzato da secoli per i suoi molteplici benefici: Il sapone di Marsiglia o “savon de marseille” in francese. Questo sapone naturale si differenzia dagli altri tipi di sapone per il suo particolare processo di produzione.

Ha anche un livello di pH diverso dagli altri saponi, che lo rende più efficace nel rimuovere sporco e batteri dalla pelle, lasciandola morbida e liscia. Ecco tutto quello che c’è da sapere su questo sapone tradizionale dai molti benefici!

Che cos’è il sapone di Marsiglia?

Il termine “sapone di Marsiglia” è comunemente usato per indicare il sapone prodotto con il classico metodo francese di lavorazione a freddo, sebbene anche saponi simili prodotti al di fuori della Francia abbiano questo nome.

Il sapone di Marsiglia ha una lunga storia, che risale agli inizi del XIX secolo. È un sapone duro ottenuto dalla combinazione di saponificazione e acqua alcalina.

Viene prodotto utilizzando oli vegetali come l’olio d’oliva, l’olio di palma, l’olio di cocco o altri oli vegetali, insieme a idrossido di sodio, acqua e una piccola quantità di profumo. Sebbene si sia a lungo pensato che l’olio d’oliva fosse l’ingrediente principale di questo sapone dalle mille proprietà, studi recenti suggeriscono che l’olio di palma fornisca la quota maggiore di oli.

Come si produce il sapone di Marsiglia?

Il processo di fabbricazione prevede due fasi: la saponificazione e l’acqua alcalina.

Saponificazione

Gli oli utilizzati per la produzione del sapone di Marsiglia vengono riscaldati e combinati con la liscivia (idrossido di sodio). Si crea così una soluzione di sapone chiamata “sapone di soda”.

Acqua alcalina

La soluzione di sapone viene poi mescolata con acqua e riscaldata nuovamente. Si ottiene così l’idrossido di sodio, responsabile delle proprietà detergenti del sapone di Marsiglia. Il sapone che si ottiene è un sapone alcalino all’idrossido di sodio, con un pH di 9,5.

Benefici del sapone di Marsiglia

Scopriamo ora insieme quali sono i benefici:

  • Sapone naturale e non tossico: è un sapone completamente naturale che non contiene ingredienti sintetici o fragranze artificiali. Questo lo rende una buona scelta per le persone con pelle sensibile o allergie.
  • Pulisce efficacemente la pelle: è molto efficace nel rimuovere sporco e batteri dalla pelle. È ottimo anche per la pulizia delle mani e può essere usato per lavare i vestiti.
  • Delicato sulla pelle: utile per lavare le mani di neonati e bambini. Non contiene sostanze chimiche o ingredienti sintetici, il che lo rende una buona scelta per le persone con pelle sensibile.
  • Rispettoso dell’ambiente: è biodegradabile e può essere compostato. Inoltre, è prodotto da fonti rinnovabili e non contribuisce all’inquinamento.
Come usare il sapone di Marsiglia

Come usare il sapone di Marsiglia

Poiché il sapone di Marsiglia è alcalino e duro, può essere difficile da usare. Tuttavia, può essere ammorbidito con l’aggiunta di acqua o sciolto con acqua calda.

Puoi usarlo per tantissimi scopi, quindi ti consiglio di farne una bella scorta!

È particolarmente utile quando si lavano i piatti, perché è di lunga durata. Quando si pulisce con questo sapone super speciale, bisogna bagnare prima la superficie ed evitare di strofinare in modo abrasivo.

Può essere utilizzato anche per la pulizia di pavimenti, bagni, lavandini e stoviglie.

Per lavare le mani con il sapone di Marsiglia, bagnare le mani e strofinare il sapone tra di esse, formando una schiuma. Strizzare l’acqua in eccesso e asciugare le mani con un asciugamano pulito.

Puoi utilizzarlo anche per detergere i pennelli da make-up!

In più è un sapone dalle proprietà antinfiammatorie che possono giovare a chi soffre di acne, o di pelle secca o psoriasi, perché idrata la pelle e riduce il prurito. Ancora può essere utilizzato anche per ridurre l’aspetto tipico della cellulite a buccia d’arancia!

Dove acquistare il sapone di Marsiglia

Il sapone di Marsiglia è un prodotto naturale, quindi è bene assicurarsi di acquistare un prodotto di alta qualità con ingredienti attivi. Ti consiglio di controllare gli ingredienti per assicurarti che sia naturale e non contenga sostanze chimiche aggressive e che sia puro.

Molto spesso viene prodotto con una combinazione di oli e spezie per ottenere una fragranza unica.

Puoi acquistarlo nei negozi per la pulizia della casa, nei negozi biologici e sfusi ma anche online!

Pro e contro del sapone di Marsiglia

Riassumendo un po’ quanto ci siamo detti finora, di seguito i pro e i contro dell’utilizzo del Sapone di Marsiglia.

  • Lunga durata: dura a lungo rispetto ad altri saponi. È efficace fino a sei mesi, anche se può essere usato più a lungo.
  • Rispettoso dell’ambiente: essendo biodegradabile, non sarà dannoso per l’ambiente quando verrà smaltito.
  • Ottimo per le pelli sensibili: è particolarmente indicato per le persone con pelle sensibile, poiché non contiene sostanze sintetiche.
  • Duro: il sapone di Marsiglia è duro e impiega un po’ di tempo a sciogliersi in acqua. Ciò significa che può essere utilizzato per strofinare le superfici e pulire efficacemente.
Come fare il sapone di Marsiglia liquido

Come fare il sapone di Marsiglia liquido

La domanda che viene più spontanea chiedersi è perché fare il sapone di Marsiglia liquido? Semplicemente perché costa meno, è divertente e impiegherai davvero pochissimo tempo!

Quindi cosa ti serve?

Ingredienti
150 gr (1 tavoletta) di sapone vegetale di Marsiglia neutro
1 litro e ½ di acqua

Riduci in scaglie il sapone

  • Innanzitutto riduci in scaglie il sapone di Marsiglia. Ho utilizzato una comune grattugia. Più le scaglie sono piccole, più si scioglie prima.
  • Puoi grattugiarlo direttamente nella pentola nella quale lo farai sciogliere assieme all’acqua o su un tagliere di legno.

Aggiungi l’acqua e fai bollire

  • Unisci quindi l’acqua e porta a bollore mantenendo il coperchio sulla pentola. Utilizza una pentola abbastanza ampia e alta per contenere tutto il sapone una volta liquido.
  • Mescola di tanto in tanto e accertati di togliere il coperchio una volta che il sapone ha raggiunto il bollore.

Frulla e conserva

  • Una volta sciolto, lascia intiepidire e poi frullalo con un frullatore ad immersione. Deve essere molto liquido da poterlo utilizzare nelle varie preparazioni.
  • Disponi il sapone nelle bottiglie di vetro e conserva in un luogo asciutto e fresco.
  • Utilizzalo seguendo le indicazioni sopra suggerite!

Conclusione

Il sapone di Marsiglia è un sapone classico con tutto il fascino tradizionale di un’epoca passata. A differenza dei saponi moderni, viene prodotto con un processo lungo e laborioso e con ingredienti naturali. È efficace nella pulizia, ma anche delicato sulla pelle. Può essere utilizzato per lavare i piatti e altri oggetti domestici, rendendolo estremamente utile per ogni casa.

E tu cosa mi dici? Utilizzi questo fantastico sapone regolarmente?

Di Angelica Parisi

Angelica Parisi blogger e content creator.
Da piccola realizzavo checklist lunghissime da flaggare. Caratteristica che ancora oggi mi permette di essere precisa nel portare a termine le varie attività lavorative.
Fondatrice di Seevegan.it, blog di ricette e divulgazione del mondo vegano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *