Categorie
Mamma vegan Guide vegan

Nuotare in gravidanza: consigli utili

Nuotare in gravidanza è uno dei modi per rendere il corpo più confortevole e mantenerlo in salute. ll nuoto in gravidanza ha molti benefici: tonifica i muscoli, brucia rapidamente i grassi in eccesso, allunga la schiena e attenua i livelli di stress.

Nuotare in gravidanza è una delle attività consigliate più sicure, purché si seguano alcune semplici precauzioni.

La gravidanza può essere impegnativa e faticosa. Il corpo deve subire molti cambiamenti fisici e ormonali che molte donne incinte trovano fastidiosi. Potresti sentirti gonfia, avere frequenti mal di testa o difficoltà a dormire. Il nuoto è un ottimo modo per rilassarti e alleviare lo stress, migliorando al tempo stesso l’attività cardio e la forza senza gravare sulle articolazioni.

In effetti, il galleggiamento dell’acqua riduce la pressione sulle articolazioni, evitando così distorsioni o stiramenti.

L’acqua sostiene il peso, il che rende il nuoto più facile di altre attività come il jogging o la bicicletta. Inoltre, l’acqua aiuta a mantenere la temperatura corporea, riducendo il rischio di disidratazione e surriscaldamento.

Tuttavia, ci sono alcune cose a cui dovrai fare attenzione durante i nove mesi. Vuoi saperne di più? Continua a leggere!

Nuotare in gravidanza: benefici cardiovascolari e respiratori

Il nuoto è un esercizio a basso impatto che aiuta a migliorare la salute cardiovascolare e a ridurre lo stress durante la gravidanza.

Con le giuste precauzioni, il nuoto come parte del tuo programma di allenamento in gravidanza può essere sicuro e benefico per te e per il tuo bambino in crescita.

Sia che tu abbia intenzione di iniziare a nuotare una volta incinta, sia che voglia continuare a farlo durante la gravidanza, imparare cosa è sicuro e cosa no può aiutarti a iniziare con il piede giusto.

Se praticato correttamente, il nuoto è un modo eccellente per mantenersi in salute durante la gravidanza. Migliora la circolazione, la forza e la flessibilità. Inoltre, aiuta a rilassare i muscoli tesi, allevia lo stress e previene l’aumento di peso in eccesso bruciando ulteriori calorie.

Nuotare in gravidanza: consigli utili

Cosa bisogna sapere prima di nuotare in gravidanza

Prima di entrare in acqua, è bene conoscere i rischi del nuoto in gravidanza. La maggior parte di questi rischi è legata ai bassi livelli di ossigeno nell’acqua.

Non tutti corrono questi rischi. Tuttavia, è meglio conoscerli per poter prendere le dovute precauzioni se necessario.

  • Acqua ad alta temperatura: l’acqua calda aumenta la temperatura corporea interna e può danneggiare il bambino. Per questo motivo molti medici raccomandano alle donne incinte di evitare vasche idromassaggio.
  • Acqua con poco ossigeno: se il livello di ossigeno nell’acqua è basso, può danneggiare il bambino. Questo fenomeno è più frequente nelle piscine coperte, dove l’aria circola meno nell’acqua.
  • Infezioni: i batteri presenti nell’acqua possono causare infezioni al bambino. Per evitarlo, assicurati di lavarti le mani prima di entrare in acqua e detergi il corpo dopo aver fatto sport-
  • Aumento di peso: il nuoto è un’ottima forma di esercizio fisico durante la gravidanza, soprattutto nelle ultime fasi in cui è necessario aumentare il peso. Tuttavia, è bene prestare attenzione alla quantità di tempo trascorsa in acqua, a cosa e quanto si mangia dopo la nuotata.

Consigli per un programma di nuoto in gravidanza sano e sicuro

Ecco alcuni consigli da tenere a mente per un programma di nuoto in gravidanza sano e sicuro. 

  • Consulta il tuo medico prima di iniziare qualsiasi programma di esercizio fisico durante la gravidanza. Sarà in grado di dirti se il nuoto è sicuro. Potrebbe anche voler monitorare la frequenza cardiaca durante gli allenamenti.
  • Rimani idratata: bevi molta acqua prima, durante e dopo l’esercizio per evitare di disidratarti.
  • Segui una dieta equilibrata: includi nella dieta una varietà di alimenti, come frutta, verdura, cereali e proteine. Leggi l’articolo: Dieta vegana in gravidanza: tutto quello che devi sapere
  • Rinfrescati dopo la nuotata: questo ti aiuterà a evitare crampi e rigidità articolare. 
  • Evita il surriscaldamento: durante le ultime fasi della gravidanza, fai attenzione al surriscaldamento e ai crampi. È meglio evitare gli esercizi pesanti e l’attività fisica intensa.
  • Fai stretching dopo il nuoto: questo ti aiuterà a evitare l’indolenzimento e i crampi. (Puoi assumere anche il magnesio che scioglie i muscoli e previene i crampi).
  • Evita i tuffi: se stai frequentando un corso di nuoto, evita di tuffarti in piscina per evitare di ferirti.

Come aumentare la perdita di peso con il nuoto in gravidanza?

Se stai cercando di mantenerti in forma e in salute durante la gravidanza, il nuoto può essere l’esercizio perfetto per te.

La resistenza dell’acqua facilita i movimenti del corpo e offre alle articolazioni e ai muscoli un allenamento a basso impatto. Il nuoto è anche un ottimo esercizio cardiovascolare che può aiutarti a diventare più forte, a ridurre lo stress e a guadagnare energia.

Potresti anche riuscire a perdere qualche chilo mentre lo pratichi. Per aumentare la perdita di peso durante la gravidanza e il nuoto, prova questa routine di esercizi a giorni alterni:

  • Riscaldamento: dedica 5-10 minuti al riscaldamento e allo stretching dei muscoli. Questo ti aiuterà a prevenire crampi e lesioni.
  • Aumenta la resistenza: aggiungi ogni settimana una resistenza maggiore fino a raggiungere un livello impegnativo ma non troppo.
  • Raffreddare: questo aiuta a ridurre il rischio di crampi e a non far sentire i muscoli indolenziti.
  • Spingiti oltre: dovrai sfidare te stessi abbastanza da sentire una differenza nel tuo livello di forma fisica, ma non così tanto da mettere in rischio il bambino.
  • Mangia sano: potresti scoprire di aver bisogno di mangiare più calorie quando sei incinta. In questo caso, assicurati che le calorie siano sane.

Nuotare in gravidanza conclusioni

La gravidanza comporta molte sfide, cambiamenti, sia fisici che mentali. Il corpo, e in particolare gli ormoni, cambiano in modo che non hanno nulla a che vedere con l’iniziale “tranquillità” che si aveva quando si è scoperto di essere in attesa. Spesso, infatti, le donne incinte si trovano a disagio con il proprio corpo. Per questo motivo, è molto importante prendersi cura di se stesse.

Se il nuoto è un hobby che ti piace praticare, sei molto fortunata perché è un modo eccellente per mantenersi in forma in gravidanza, ad alleviare lo stress e a perdere qualche chilo.

Per quanto mi riguarda, pratico nuoto da sempre, fin da ragazza. Quando sono rimasta incinta non ho mai smesso. Ho soltanto rallentato i ritmi per adeguarmi alla presenza del piccolo, al fiato che si è dimezzato e alla maggior stanchezza.

Di certo ogni volta che entro in vasca mi sento rigenerata, leggera, e riesco a fare sport senza alcun problema!

Fammi sapere se i consigli sopra descritti possono essere utili. Consulta comunque il tuo ginecologo prima di iniziare qualsiasi attività fisica!

Aquananda - Acquaticità per bambini e per le mamme
Un percorso dal concepimento ai primi anni di vita
€ 15,90

Di Angelica Parisi

Angelica Parisi blogger e content creator.
Da piccola realizzavo checklist lunghissime da flaggare. Caratteristica che ancora oggi mi permette di essere precisa nel portare a termine le varie attività lavorative.
Fondatrice di Seevegan.it, blog di ricette e divulgazione del mondo vegano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *