Guide vegan/ Video scelta vegan

Cowspiracy – Il segreto della sostenibilità ambientale

Cowspiracy - Il segreto della sostenibilità ambientale
Cowspiracy con i sottotitoli in italiano – Youtube

Cowspiracy è un documentario realizzato nel 2014 prodotto e diretto da Kip Andersen e Keegan Kuhn.

Di cosa tratta Cowspiracy

Il documentario inizia con la scoperta, da parte dell’ambientalista Kip, del film “Una scomoda verità” che ha come tematica principale l’impatto del riscaldamento globale sulla terra.

Scosso da questa scoperta, Kip decide di cambiare stile di vita, modificando le sue abitudini (utilizzando lampadine a risparmio energetico, riducendo il consumo di acqua, spegnendo le luci non necessarie e utilizzando la bici per gli spostamenti) pensando in qualche modo di contribuire al cambiamento. Ma pian piano arriva alla conclusione che le sue abitudini non sono sufficienti per salvare il mondo.

Cowspiracy: le scoperte di Kip

Gas Serra

Kip scopre che le mucche producono più gas serra dell’intero settore dei trasporti (automobili, camion, treni, navi e aerei). E che il gas metano prodotto dagli animali è 25-100 volte più distruttivo dell’anidride carbonica delle automobili.

Cambiamenti climatici

L’agricoltura animale è responsabile del cambiamento climatico causato dall’uomo. Allevare animali per il consumo comporta l’utilizzo di un terzo di tutta l’acqua potabile del pianeta. È responsabile fino al 91% della distruzione della foresta amazzonica, e la principale causa di estinzione delle specie, della distruzione degli habitat. Le foreste vengono tagliate per creare pascoli e crescere soia transgenica per alimentare mucche, maiali, polli e pesci dell’allevamento.

Kip scopre inoltre che il quantitativo di consumo di acqua è derivato dalla produzione di carne e latticini, in quanto gli animali consumano cereali con un elevato dispendio idrico.

Per produrre un hamburger di 100 gr servono oltre 2500 litri di acqua.

Perché non cominciamo a incoraggiare la gente a mangiare meno carne considerato gli studi che stanno emergendo?”

Non credo succederà mai”

Perché”

Perché il governo organizza le cose qui. Una cosa è la gestione delle acque, un’altra è cambiare un’abitudine”.

Cowspiracy  Organizzazioni ambientaliste
Fotogramma esportato dal documentario Cowspiracy

Organizzazioni ambientaliste

Kip si rende conto che le principali organizzazioni ambientaliste, quali 350.org, Greenpeace, Sierra Club, Reality Clima, Rainforest Acation Network, Amazon Watch, coscienti del disastro ambientale e dell’inquinamento causato dagli allevamenti degli animali, non si mobilitano per diffondere queste notizie perché in fondo sono delle vere e proprie imprese che vogliono garantirsi una fonte affidabile di finanziamento, e non opporsi alle lobby in grado di influenzare le scelte politiche e alimentari.

Da una conversazione con Amazon Watch, Kip viene a conoscenza che le maggiori organizzazioni mondiali non fanno nulla, perché le persone che si sono opposte alle lobby e agli enti privati, sono state uccise. Queste grandi organizzazioni agiscono scatenando la paura nei confronti di chi vuole ribellarsi.

Un’alimentazione a base vegetale è la più sostenibile

Non è necessario mangiare prodotti di origine animale per essere in buona salute.

Una dieta vegana elimina l’allevamento intensivo di mucche, polli, maiali, pesci. Non ci sarebbe più il problema di coltivare campi di cereali e legumi per nutrili, quindi le foreste potrebbero tornare a ricrescere, gli oceani si popolerebbero, l’aria sarebbe migliore e di conseguenza anche la nostra salute.

Fotogramma esportato dal documentario Cowspiracy

Quindi se ci si ritiene davvero ambientalisti è necessario scegliere uno stile di vita vegano, smettere di sfruttare gli animali e salvare l’ecosistema. Eliminando l’allevamento intensivo si elimina anche il problema dei gas serra, i problemi di mancanza delle risorse sulla terra.

Si può cambiare il mondo. Noi dobbiamo cambiare il mondo.


Scopri gli altri articoli della categoria Guide Vegan

Se sei curioso seguimi anche su instagram! Nelle storie tante novità!

Leggi anche...

Nessun commento

Se ti va, lascia un commento