Consigli di vita

Come ridurre la plastica e vivere uno stile di vita green

Come ridurre la plastica e vivere uno stile di vita green

Perché la plastica ha così tanto successo?

Prima di parlarti dei consigli per ridurre la plastica, vorrei fare un breve accenno sul perché la plastica è così presente nelle nostre vite. Se rifletti un attimo, ogni giorno entri in contatto con decine, se non centinaia di plastiche e polimeri.

Considera una tua giornata tipo: ti alzi la mattina, ti lavi i denti con uno spazzolino di nylon, poi apre la porta della doccia che probabilmente è fatta di plexiglass piuttosto che di vetro. Quando esci dalla doccia, asciughi i tuoi capelli con un asciugacapelli portatile di plastica isolante. E così via per il resto della giornata, tra gli elettrodomestici della cucina, ma anche il tuo stesso smartphone.

Quanto sono pericolosi i rifiuti plastici?

Devi sapere che le plastiche sintetiche non sono in gran parte biodegradabili, tendono a rimanere in natura. In più molti prodotti in plastica monouso leggeri e materiali di imballaggio, che rappresentano circa il 50% della produzione totale di plastica, non vengono smaltiti nelle discariche o nei centri di riciclaggio ma gettati a terra, fuori dal finestrino dell’auto, inquinando l’ambiente.

Gli oceani, purtroppo, sono il primo porto di scalo per gran parte dei rifiuti generati sulla terra. Tra 4,8 e 12,7 milioni di tonnellate di rifiuti di plastica finiscono ogni anno negli oceani.

Che cosa possiamo fare contro i rifiuti plastici?

Con un po’ di buona volontà, ognuno di noi è in grado di rinunciare all’uso di materiali problematici come il PVC e sostituirlo con altri materiali riciclabili o biodegradabili.

L’obiettivo finale dovrebbe essere quello di cercare di ridurre la quantità di rifiuti plastici che produciamo. Inoltre, dovremmo cercare di utilizzare solo materie prime riciclabili. Per il resto, dobbiamo impegnarci per cercare di smaltire in modo ecologico. Fondamentalmente è possibile sostituire la plastica nella nostra vita quotidiana con materiali naturali come legno, metallo, bambù o mais.

Come ridurre la plastica: consigli utili

Di seguito una serie di consigli per ridurre la plastica nella tua vita. Considerali come spunti di riflessione e prova ad implementarli gradualmente.

Riduci e ricicla

Riusare, riutilizzare e riciclare, sono i modi migliori per non inquinare. Per quanto mi riguarda con le lattine riciclate ho realizzato un brand: Can-dle

Evita, se ti è possibile, il tipo di plastica più dannoso per l’ambiente

Quando acquisti, dai un’occhiata più da vicino all’etichetta o alle informazioni del produttore. Cerca di stare lontano dal cloruro di polivinile (PVC), polistirene (PS) e policarbonato (PC). Il PVC è formato solitamente metà di plastiche e l’altra metà da additivi come agenti ammorbidenti, coloranti e filler, molti dei quali sono altamente tossici. Essi causano tutta una serie di problemi sanitari e ambientali.

Il polistirene o polisterolo se inalato, si deposita principalmente nel fegato, nei reni, nel cervello e nel tessuto adiposo. Irrita il sistema respiratorio, la pelle, gli occhi e le mucose. L’inalazione o l’ingestione possono produrre sintomi come mancanza di concentrazione, stanchezza, nausea, vertigini e mal di testa.

Il policarbonato invece contiene il bisfenolo A. Nuovi studi indicano un legame tra diabete, problemi cardiovascolari, mancanza di libido o addirittura l’obesità e un aumento del livello di BPA nel sangue.

Basta con i sacchetti di plastica

Produciamo una montagna gigantesca (circa un trilione) di sacchetti di plastica all’anno. Sono il bene di consumo più diffuso al mondo, ma solo l’1% dei sacchetti di plastica prodotti in tutto il mondo sono riciclati.

Quando cerchiamo di sbarazzarci dei sacchetti accade che: li bruciamo negli inceneritori e quindi avveleniamo l’aria. Li accantoniamo in discarica, dove rilasciano sostanze chimiche tossiche nel terreno per i secoli a venire. Li gettiamo nel mare dove uccidono i pesci e i coralli.

Cosa puoi fare? Utilizzare sacchetti riutilizzabili, cestini o zaini in iuta, carta, cotone o altre fibre naturali. Porta con te sempre un sacchetto di ricambio, in borsa o in auto.

Niente più plastica usa e getta

Cannucce, bottiglie e tappi di bottiglia, contenitori per alimenti e tazze da caffè o tè da asporto, sono gli oggetti più inquinanti oltre ai sacchetti di plastica già citati. Otto dei dieci oggetti più comuni tra i rifiuti di plastica che soffocano i nostri oceani sono imballaggi usa e getta.

Presta attenzione ai vestiti che indossi

La maggior parte delle micro plastiche nel mare proviene da tessuti sintetici al 35%. Quando l’abbigliamento in poliestere, acrilico, lycra (spandex) o nylon viene lavato, tra 600.000 e 18 milioni di microfibre si dissolvono durante il lavaggio e finiscono nelle acque reflue. Poiché sono così piccoli, i filtri di depurazione dell’acqua non possono catturare le micro particelle di plastica.

Scegli vestiti di canapa e altre fibre naturali. Acquista prodotti contrassegnati con l’etichetta GOTS (Global Organic Textile Standards) e sigilli di qualità simili. Non acquistare capi in viscosa, nylon, spandex e poliestere. Impara a riparare con ago e filo, perché spesso i fori in calze o giacche possono essere cuciti senza problemi.

Come ridurre la plastica anche nell’abbigliamento? Può esserti di aiuto l’articolo che ho scritto: Guardaroba sostenibile: consigli su come affrontare gli acquisti

Come ridurre la plastica nei prodotti per la cura del corpo

Non acquistare prodotti che contengono micro perle (parti in plastica che vengono utilizzate come scrub). Meglio ancora, utilizza saponi o detergenti solidi invece di gel doccia e lozioni per il corpo. Inoltre utilizza una spugna o un panno di materiale organico come il cotone. Sostituisci lo spazzolino di plastica con quello in legno e conserva i cosmetici in contenitori di vetro, metallo, legno, cartone o carta. Sostituisci i bastoncini per le orecchie con quelli in cotone o quelli riutilizzabili.

Se ti interessa ho scritto un articolo in merito Zero waste in bagno consigli sui prodotti sostenibili da usare

Cerca un fornitore di carta igienica riciclata o in bambù. Il tuo acquisto verrà consegnato in una scatola senza imballaggio di plastica. 

Niente più rasoi economici

Invece di gettare un rasoio di plastica nella spazzatura ogni mese, prendi in considerazione di utilizzare a un rasoio in cui è sufficiente sostituire la lama. Per gli uomini consiglio di utilizzare un rasoio elettrico.

Utilizza prodotti cosmetici senza plastica

Ormai ci sono tantissime aziende che producono shampoo solidi e saponette. In questo post Cosmetici solidi e plastic free quali comprare trovi le aziende più conosciute in Italia e poi ho scritto un articolo sui negozi online dove comprare i prodotti zero waste. Per quanto riguarda la pulizia del viso puoi acquistare i dischetti lavabili in cotone organico invece di quelli realizzati con materiali sintetici.

Spesa sostenibile

Porta sempre con te delle borse per fare la spesa. Acquista quelle in materiale resistente e robusto, come la iuta. E rifiuta i sacchetti di plastica.

Non comprare acqua minerale in bottiglie di plastica

Per produrre l’acqua minerale nelle bottiglie vengono spese enormi risorse per estrarla, per l’imbottigliamento e la spedizione. Nella maggior parte dei casi, l’acqua in bottiglia è semplicemente acqua di rubinetto filtrata. Quindi ti consiglio di acquistare una borraccia riutilizzabile in acciaio inossidabile o una tazza da viaggio e riempila sempre con acqua del rubinetto prima di uscire di casa. 

Dopo un po’, la plastica può rilasciare sostanze chimiche nell’acqua e le bottiglie di alluminio sono rivestite con una resina epossidica dannosa. Quindi cerca di evitarle.

Smetti di usare le capsule del caffè

Le capsule del caffè sono comode ma se vuoi prenderti cura del pianeta, una vecchia caffettiera con un filtro riutilizzabile funzionerà altrettanto bene.

Acquista detergenti in ricariche o realizzali in casa

Molti oggetti di uso quotidiano come detersivi e ammorbidenti, prodotti per la pulizia, saponi e altri prodotti sono disponibili in confezioni di ricarica. Essi causano significativamente meno rifiuti di plastica rispetto al dover acquistare una confezione completamente nuova. Se riesci, invece, ti consiglio di autoprodurli a casa. Leggi per esempio l’articolo Come fare il sapone di Marsiglia liquido

Utilizza contenitori di vetro

Per conservare i cibi puoi utilizzare contenitori di vetro o acciaio per gli avanzi al posto dei Tupperware in plastica.

Compra gli articoli di plastica necessari di seconda mano

Ci sono molti siti dove acquistare di seconda mano. I vantaggi sono evidenti:

  • I prodotti usati non richiedono nuove risorse o energia per la loro produzione.
  • L’articolo che acquisti, recuperandolo, non necessita di uno spazio in discarica, non ha bisogno di essere incenerito e non inquina il nostro ambiente.
  • Acquistare attrezzature usate di solito significa acquistare localmente, il che riduce anche le emissioni di gas serra.

Pulisci la casa con ingredienti naturali

Bicarbonato di sodio, aceto, acido citrico e sapone di Marsiglia possono sostituire quasi tutti i prodotti chimici. Lava i piatti con un detersivo naturale, utilizza il bicarbonato di sodio o sapone per i piatti. I limoni spremuti o la buccia d’arancia sono ideali per la pulizia dei lavelli in acciaio inox. Sono prodotti naturali completamente senza plastica e ingredienti chimici.

Utilizza strofinacci e spugne naturali

Ci sono prodotti per la pulizia come strofinacci, spazzole per lavare i piatti e spugne che sono realizzati con fibre naturali. Le spugne naturali sono spesso venduti senza imballaggio di plastica in quanto prendono forma al primo utilizzo dopo averle lasciate in ammollo.

Evita di usare rotoli di carta usa e getta

Utilizza gli asciugamani da cucina in cotone biologico e cellulosa piuttosto che lo scottex. Gli strofinacci in cotone o spugna assorbono facilmente l’umidità e possono sostituire più di 15 rotoli di asciugamani di carta usa e getta. Naturalmente, gli stracci fatti da vecchi vestiti e asciugamani sono gratuiti e probabilmente più ecologici di tutte le opzioni.

Elimina le ciotole di plastica per il cibo dei gatti

È risaputo che le ciotole in plastica possono essere causa della cosiddetta “acne mento”, che colpisce principalmente i gatti. La plastica attira i batteri e lo sporco. Il tuo animale domestico può infettarsi e /o trasmettere batteri ad altri coinquilini in casa, compresi gli esseri umani. I veterinari in genere raccomandano di utilizzare solo ciotole di vetro o metallo.

Smaltisci i tuoi oggetti elettronici in modo responsabile

Gran parte dei rifiuti di plastica, soprattutto quelli presenti nei paesi africani e asiatici, proviene da televisori, monitor per computer, tastiere, telefoni cellulari e altri dispositivi tecnici che noi scartiamo. È noto da molti anni ormai che la Germania esporta, in Africa e in Asia, almeno 155.000 tonnellate di vecchi elettrodomestici all’anno. Inoltre, gli agenti inquinanti contenuti in essi avvelenano gli esseri umani e l’ambiente. Non è necessario avere l’ultimo iPhone se il tuo “vecchio” telefono funziona ancora perfettamente. Se qualcosa si rompe, prima cerca di ripararlo.

Come ridurre la plastica in aereo

Bicchieri di plastica, ciotole di plastica, coperchi di plastica, rifiuti senza fine. Le compagnie aeree sono riluttanti a parlare della quantità di spazzatura che viene prodotta durante un viaggio. Ma tu come passeggero puoi fare molto per aiutare l’ambiente. Innanzitutto, bottiglie vuote, borracce o tazze puoi portarle facilmente con te. Per quanto riguarda il cibo, un panino fatto in casa ha comunque un sapore migliore rispetto al sandwich della compagnia aerea nella sua pellicola trasparente.

Impegnati nella lotta contro i rifiuti

Vivi sulla costa? Puoi aiutare a rimuovere i rifiuti di plastica dal mare o impedire ai rifiuti in plastica di arrivare lì. Partecipa alla pulizia della tua spiaggia locale o di una riva del fiume, puoi iniziare da solo, con un familiare o con gli amici. Questo è uno dei modi più diretti e utili per combattere l’inquinamento degli oceani.

Quindi come ridurre la plastica? Informa, ispira ed educa gli altri. Anche se molti non vogliono sentire le cattive notizie, spiega con calma ancora una volta come i rifiuti di plastica accelerano anche la distruzione delle banche coralline già danneggiate. Questa è l’unica cosa che ci dovrebbe riguardare, se non vogliamo lasciare un pianeta morto ai nostri figli.


Bibliografia

Zero Waste: 50 Tips for a plastic-free life. How to live a green lifestyle and a life without plastic: Don’t look away – help save the planet!

Scopri gli altri articoli della categoria Consigli di vita

Se sei curioso seguimi anche su instagram! Nelle storie tante novità!

Leggi anche...