Consigli di vita

Come fare a risparmiare soldi: la mia esperienza

Come fare a risparmiare soldi: la mia esperienza

Come fare a risparmiare soldi: la mia esperienza

Come si fa a risparmiare soldi e vivere più serenamente, con la speranza che un giorno si possa vivere senza lavorare?

Innanzitutto devi avere una predisposizione mentale. Ovvero poniti un obiettivo: quello di risparmiare e cerca di essere convinto.

Perché tutte le azioni e le scelte di vita che fai senza esserne convinto, non ti porteranno da nessuna parte. Oppure dopo poco tempo ritornerai sui tuoi passi.

Quindi se sei certo di voler risparmiare soldi continua a leggere questo post. Ti elencherò una serie di scelte personali che mi hanno portato a vivere meglio. Non sono ancora giunta al traguardo, in quanto vorrei risparmiare ancora di più e vivere senza lavorare. È un percorso iniziato circa un anno fa e spero di realizzarlo a breve termine.

Cosa ho fatto per iniziare a risparmiare soldi

Mi sono trasferita in un paese meno costoso

Ho vissuto 9 anni nelle Marche e 4 anni in Emilia Romagna. Regioni bellissime, nulla da dire, ma il costo della vita era decisamente molto alto. In tutta onestà, lavoravo per pagare l’affitto e le spese di casa. Una quotidianità dove il lavoro predominava sullo stato d’animo e sulla vita stessa.

In particolare affitti con prezzi spropositati. Cambiando otto case, ne ho viste di ogni.

450 euro per un monolocale
510 euro per un bilocale
600 euro e anche di più per un trilocale

Il costo è assolutamente alto se si abita da soli. Aggiungi i soldi della caparra e dell’agenzia, se non riesci a trovarla privatamente, e ti ritrovi con il portafoglio vuoto.

In breve, nel 2018, per entrare nella nuova casa, ho speso 2000 euro: affitto, caparra e agenzia. E sto parlando solo del primo mese.

Quante ore ho lavorato per guadagnare quei soldi? Quante ore ho sottratto alla vita? Trasferendomi in Calabria ho ridotto decisamente il costo dell’affitto. Attualmente pago 300 euro. Per me è anche troppo.

In realtà vorrei eliminare totalmente il costo fisso dell’affitto.

Come fare a risparmiare soldi sull’affitto

Ho solo tre opzioni:

  • Vivere con mia madre. Dopo 14 anni in cui ho vissuto in autonomia, ho il timore di non esserci più abituata. È pur vero che le abitudini possono cambiare. Se vivere con mia madre mi permettesse di mettere da parte dei soldi per viaggiare potrei valutare questa scelta.
  • Vivere in un camper. Probabilmente da sola non è molto “divertente”. In più dovrei comunque spendere dei soldi per acquistare un camper e mantenerlo.
  • Comprare casa. Non ho alcuna intenzione di spendere i soldi per una casa della quale dovrò pagare le tasse a vita, e anche un mutuo. Gli impegni a lungo termine e i debiti mi trasferiscono ansia.

Insomma, attualmente, non so se ti sei reso conto, ma risparmio, rispetto all’ultimo affitto di 510 euro, 210 euro al mese. Non male vero? E a dirla tutta vivo anche in una casa più grande.

Non vado più in piscina

Quando abitavo in Romagna, mi ero iscritta in piscina. Amo l’acqua. Vorrei stare sempre ammollo. Mia nonna da piccolina mi chiamava: “Papera d’acqua“. Ricordo ancora che al mare, mamma mi chiamava svariate volte per farmi uscire dall’acqua. E ogni volta mi ritrovavo con le labbra viola e le mani raggrinzite.

Ritornando a noi. Mi ero iscritta in piscina. Spendevo 1300 euro all’anno circa, escludendo il costo del phon, della doccia e dell’iscrizione annuale. Andavo in piscina dalle 3 alle 4 volte a settimana.

È importante fare sport, non metto in dubbio questo. Quando mi sono trasferita in Calabria, infatti, sono andata a chiedere informazioni. Il costo era indiscutibilmente il doppio rispetto a su.

Qui a Lamezia, difatti, c’è un’unica piscina, quindi non si crea problemi a mantenere un costo elevato. D’altronde chi vuole andare non ha alternative.

Inizialmente ero demoralizzata. Poi ho cambiato la mia visione.

Scatola casa, scatola lavoro, scatola piscina

Se ci pensi, tre volte a settimana, uscivo dal lavoro e mi rinchiudevo in piscina. Andavo in macchina, quindi non trascorrevo del tempo all’aria aperta. In tutta onestà qui in Calabria ne posso fare a meno.

D’estate ho il mare. Da maggio a settembre posso nuotare liberamente senza spendere un euro. D’inverno, nel weekend posso andare a passeggiare al mare, in pineta o fare trekking. La Calabria è piena di sentieri interessanti. Durante la settimana posso allenarmi a casa. Quando abitavo con i miei genitori, avevo acquistato non so quanti attrezzi. A casa di papà ho il tapirulan, la panca per gli addominali e lo step.

I soldi per andare in piscina posso risparmiarli, sentendomi soddisfatta della scelta. Riesci a credere che ho guadagnato più di 1300 euro in un anno?

Non vado più dal parrucchiere

Sembrerà una scelta azzardata, ma ti posso confermare che sto risparmiando un bel po’ di soldini. Innanzitutto prima portavo sempre un taglio corto. Li tagliavo ogni mese, sia perché bene o male mi piacevano, sia per comodità, andando in piscina riuscivo a lavare i capelli e asciugarli con molta facilità.

In più ero convinta che i miei capelli fossero brutti, secchi e sfibrati. Con il sostegno di mamma e della nonna, che mi hanno sempre invogliato a farli crescere, dopo averli rasati ad aprile del 2019, ho deciso di non andare più dal parrucchiere e lasciarli crescere liberamente.

Il costo del parrucchiere in Romagna era all’incirca di 30 euro per taglio e piega. Considera che in un anno andavo circa ogni mese e mezzo. Quindi 8 volte all’anno. Se moltiplichiamo 8 volte per 30 euro sono 240 euro l’anno. Il punto non è il costo mensile, ma il totale di tutte le spese che vengono affrontate nel corso dell’anno.

Cerco di fare a meno dell’automobile

Sono stata per circa 10 anni senza automobile. Di conseguenza nel 2016 ho deciso di acquistarla per risparmiare tempo tra casa-lavoro-piscina e commissioni varie. L’auto è una spesa a tutti gli effetti: dalle rate mensili, all’assicurazione (sono partita dalla quattordicesima classe quindi all’inizio pagavo circa 1200 euro di assicurazione l’anno), il bollo e il carburante, la revisione, il tagliando, più le spese extra.

La macchina però mi ha permesso di viaggiare, di fare attivismo, di visitare posti quasi irraggiungibili con i mezzi, quindi non mi pento di averla acquistata. Fortunatamente la mia auto è a metano, quindi non spendo molto. Nonostante ciò da quando sono tornata in Calabria ho deciso di trovare casa di fronte al lavoro.

Questo mi ha permesso di risparmiare quei 50 euro al mese di metano. In più, se durante il weekend, non percorro molti chilometri, spendo al mese all’incirca 25 euro. Non male vero?

Non ho la connessione ADSL

Ho sempre avuto l’adsl a casa. Addirittura avevo la fibra e pagavo 55 euro ogni due mesi. Considerando che lavoro otto ore al computer in ufficio, mi sono resa conto che non ha senso pagare la connessione a casa per un utilizzo irrisorio, per lo più di sera.

Non ho la tv, di solito la sera leggo sempre un buon libro. Quindi qual è l’esigenza di spendere 55 euro ogni due mesi?

Inoltre stipulando un contratto che di solito vincola per 24 mesi, ci si ritrova a dover pagare tantissimi soldi per la disdetta. E tutti questi soldi, sono ore della mia vita spesi a lavorare.

Oggi le compagnie telefoniche, offrono per il mobile delle promozioni con una quantità di giga sufficiente per navigare senza adsl. Ovviamente nel caso in cui non dovessi più lavorare in ufficio, valuterò un’altra soluzione.

Non pago parcheggio e autostrada

È una dura realtà, ma qui al sud non si paga l’autostrada in quanto non è funzionante. Oltre a questo, cerco anche di non parcheggiare mai nella sosta a pagamento per risparmiare.

Mi rendo conto che in Romagna e nelle Marche è quasi impossibile non pagare il parcheggio. Soprattutto d’estate, quando la città viene invasa dai turisti. Spendevo tantissimi soldi per autostrada e parcheggi. E non sto parlando di un euro a settimana. Sono soldi guadagnati, che posso investire nell’alimentazione o altri progetti.

Non vado a mangiare al ristorante

Perché? Nella sfortuna dell’inesistenza di ristoranti e bar vegani qui a Lamezia, se il pensiero positivo predomina sul quello negativo, questo è in parte una fortuna. Nel complesso, diverse volte mi è capitato di andare a cena fuori con i miei amici, prendere due zucchine e due melanzane grigliate e pagarle 25 euro. Onestamente preferisco optare per una cena a casa, più sostanziosa ed eventualmente uscire in seguito per bere un cocktail o una birra. Così facendo guadagno economicamente e anche di salute, in quanto scelgo le materie prime con cui nutrirmi.

Autoproduco per quel che mi è possibile

L’autoproduzione è un’attività impegnativa, ma allo stesso tempo divertente, rilassante e stimolante. Altro vantaggio: il guadagno!

Sto cercando di autoprodurre le bevande vegetali, il pane, i germogli, i prodotti di igiene personale e per pulire casa. Inoltre compro le materie prime al mulino, le farine di grani calabresi e pugliesi. Non solo, acquisto frutta e verdura dal fruttivendolo sotto casa ma utilizzo anche prodotti naturali, quali il percarbonato e l’acido citrico.

Cerco di risparmiare su tutte quelle cose che non servono

Vivo in una società consumistica. Tutto ciò che mi circonda ha un prezzo, è in vendita. Conseguentemente sono bombardata di annunci pubblicitari. La cosa fondamentale è sviluppare un senso di negazione.”No! Io non mi faccio manipolare. Non ho bisogno di quell’oggetto“.

Si vive meglio credimi. Sono più felice quando torno a casa senza aver speso soldi, non quando ho il portafoglio vuoto e so che per crearmi un guadagno devo lavorare tantissime ore.

Perché risparmiare soldi

Questa è la mia esperienza e ho deciso di condividerla con te, perché io sto imparando a vivere bene. Dall’altra parte ho bisogno di sorridere, di essere felice, di relazionarmi con gli altri e non con gli oggetti freddi e inanimati che ho a casa. Perché non provarci?

In conclusione se anche tu stai vivendo la mia stessa esperienza, raccontami il tuo modo per risparmiare soldi. Credo che ogni consiglio sia fondamentale per crescere e portare avanti questa missione!

Allora perché non iniziare?


Scopri gli altri articoli della categoria Consigli di vita

Se sei curioso seguimi anche su instagram! Nelle storie tante novità

Leggi anche...

Nessun commento

Se ti va, lascia un commento